L’attentato in Francia conferma che è impossibile controllare 15.000 potenziali terroristi islamici. L’Europa si salverà solo mettendo fuorilegge l’islam e assicurando che dentro casa nostra i musulmani rispettino le nostre leggi

L’attentato in Francia conferma che è impossibile controllare 15.000 potenziali terroristi islamici. L’Europa si salverà solo mettendo fuorilegge l’islam e assicurando che dentro casa nostra i musulmani rispettino le nostre leggi

Cari amici, ieri a Trebes, nel Sud della Francia, c’è stato l’ennesimo attentato terroristico islamico. Il bilancio è di 4 morti e 15 feriti. Tra le vittime spicca il Tenente colonnello dei gendarmi Arnaud Beltrame (nella foto), 45 anni, che si era...

Continua la lettura

Silvio Berlusconi avrebbe potuto essere assassinato. Per fortuna è stata solo una contestazione provocatoria. La riforma della sicurezza è un’emergenza e una priorità

Silvio Berlusconi avrebbe potuto essere assassinato. Per fortuna è stata solo una contestazione provocatoria. La riforma della sicurezza è un’emergenza e una priorità

Avrebbe potuto assassinare Silvio Berlusconi. Cari amici, al di là dell’effetto elettorale nelle ore di votazione che restano fino alla chiusura dei seggi alle ore 23, la contestazione provocatoria di una militante del movimento “Femen” che si è fi...

Continua la lettura

Nel Corano Allah legittima la “Guerra santa” come l’obbligo di uccidere i miscredenti autorizzando la cattura, l’abuso sessuale e la vendita come schiavi delle donne e dei bambini

Nel Corano Allah legittima la “Guerra santa” come l’obbligo di uccidere i miscredenti autorizzando la cattura, l’abuso sessuale e la vendita come schiavi delle donne e dei bambini

Cari amici, nel Corano Allah ordina di combattere e uccidere i miscredenti, intesi sommariamente come tutti i non musulmani, siano essi ebrei o cristiani, apostati o atei, adulteri o omosessuali. Quando sentite taluni musulmani che, per ignoranza o...

Continua la lettura

Per il Capodanno basta bombardarci con messaggi di auguri virtuali: occupiamoci dei nostri cari e di noi stessi anziché incrementare i profitti delle compagnie telefoniche multinazionali

Per il Capodanno basta bombardarci con messaggi di auguri virtuali: occupiamoci dei nostri cari e di noi stessi anziché incrementare i profitti delle compagnie telefoniche multinazionali

Cari amici, dopo aver trascorso per anni i giorni festivi del Natale, di Capodanno e della Pasqua totalmente immerso nel cellulare a inviare e a rispondere ai messaggi di auguri, ad ascoltare e registrare messaggi vocali di auguri, a visionare vide...

Continua la lettura