Cari amici vi invito a aderire alla Comunità “Casa della Civiltà” per dare il vostro contributo per riscattare l’Italia come Stato nazionale indipendente, sovrano e trasformarlo nel Paese numero 1 al Mondo per la qualità della vita; salvare gli italiani dal tracollo demografico e elevarli a “Faro di civiltà” dell’umanità; far rinascere la nostra civiltà di cui essere certi e orgogliosi mettendo al centro la famiglia naturale, la comunità locale, l’economia reale, una scelta di vita fondata su fede e ragione, valori e regole, diritti e doveri.

Prendiamo atto che l’Italia come Stato nazionale è collassata non disponendo della sovranità monetaria, legislativa, giudiziaria, alimentare, energetica, informatica, sul piano della sicurezza e della difesa. L’economia è devastata con la morte delle micro e piccole imprese che da sempre fanno grande l’Italia. Gli italiani come popolazione si stanno estinguendo perché non facciamo figli e siamo i più anziani al Mondo dopo il Giappone. La  giustizia è morta con i magistrati che si ergono al di sopra della legge sostituendosi al potere legislativo e esecutivo. La democrazia è degenerata in partitocrazia consociativa culminando nella dittatura eurocratica e globalista. La società è implosa non avendo più certezze valoriali e ideali al punto da non credere più nelle istituzioni pubbliche. I cittadini sono sottomessi alla dittatura finanziaria, politica, sanitaria e mediatica che pratica un lavaggio di cervello che li ha resi incapaci di discernere tra il vero e il falso, tra il bene e il male, tra il giusto e l’ingiusto. La civiltà è decaduta con l’imperversare del relativismo e del nichilismo al punto da rinnegare e vergognarci di chi siamo sul piano delle nostre radici, fede, identità, valori, regole e leggi.

Ebbene cari amici è arrivato il momento di combattere sul fronte della formazione culturale, della mobilitazione e disobbedienza civile, dell’azione politica costruttiva per rifondare un nuovo modello di etica personale, di civiltà, di Stato, di sviluppo e di società qualitativamente migliori, affrancandoci dalla prospettiva del Nuovo Ordine Mondiale assoggettato allo strapotere della grande finanza speculativa globalizzata, trainato dalla Cina capital-comunista, che hanno scatenato la prima guerra biologica, genetica e psicologica mondiale. 

Oggi è come se ci trovassimo nel 476, anno della fine dell'Impero Romano d'Occidente. Dopo aver rappresentato per 503 anni il Mondo globalizzato dell'epoca, il generale barbaro in seno all'Esercito Romano Odoacre depose con un colpo di stato l'ultimo Imperatore Romano d'Occidente Romolo Augusto. Mario Draghi è il nostro Odoacre rappresentante autorevole ed altolocato della nuova barbarie della grande finanza speculativa globalizzata che domina il Mondo e sottomette l’umanità.

La rinascita della nostra civiltà cristiana in Europa avvenne grazie alla micro-dimensione dei monasteri benedettini che rappresentarono un nuovo modello di spiritualità coniugando la preghiera e il lavoro; un nuovo modello di sviluppo che garantiva l’autonomia della comunità locale, antesignano della moderna organizzazione del lavoro; un nuovo modello politico fondato sul primato decisionale dell’abate e sulla consultazione con i monaci, a cui si ispirò la Repubblica di Venezia e che ispira la monarchia costituzionale e lo Stato presidenziale; un nuovo modello di difesa ergendosi come fortezze altolocate. 
La Casa della Civiltà s’ispira idealmente ai monasteri benedettini per essere la micro-dimensione al cui interno si acquisisce la consapevolezza della verità, ci si fortifica valorialmente, ci si mobilita civilmente, si costruisce l’Italia qualitativamente migliore. 

L’adesione alla Comunità “Casa della Civiltà”, che non è e non intende diventare né un partito né un movimento politico, comporta l’assunzione di una disciplina mentale, l’ottemperanza a un rigore comportamentale, la condivisione di valori oggettivi, assoluti e universali che sostanziano l’essenza della nostra comune umanità e sono parte integrante della spiritualità ebraico-cristiana su cui si fonda la civiltà europea unitamente alle radici greco-romane e umaniste-illuministe, in aggiunta a scelte legittime finalizzate alla salvaguardia e alla valorizzazione del nostro essere persona depositaria dei diritti inalienabili alla vita, dignità e libertà in seno alla famiglia naturale, alla comunità locale e allo Stato nazionale. 

Prima di aderire alla Casa della Civiltà è necessario partecipare al Corso di Formazione culturale. Per iscrivervi inviate i seguenti dati personali alla mail 
adesioni@casadellacivilta.it

NOME
COGNOME
DATA DI NASCITA 
COMUNE DI RESIDENZA 
CELLULARE 
E-MAIL
PROFESSIONE (i pensionati indichino prima la loro precedente professione, ad esempio: Medico in pensione; o Generale dell’Aeronautica in pensione)
ESPERIENZE PROFESSIONALI (ad esempio: Primario Internista all’Ospedale San Giovanni di Roma; o Missione militare in Bosnia)
INTERESSI (ad esempio: Autore di poesie; o Organizzatore della raccolta di alimenti per le persone bisognose)

Per l’iscrizione al Corso di Formazione culturale è richiesta la quota di 20 (venti) euro.
Potete fare il versamento tramite carta di credito o bonifico bancario al seguente IBAN 

IT88W0760114500001058886092 

intestato a “Casa della Civiltà-Io amo l’Italia”

Nella causale indicate:
Corso di Formazione Casa della Civiltà

Per cortesia inviate la ricevuta dell'avvenuto pagamento e i vostri dati personali alla mail
adesioni@casadellacivilta.it
o al Whatsapp della Casa della Civiltà-Segreteria al numero 375.7287121

Andiamo avanti forti di verità e con il coraggio della libertà. Con l’aiuto del Signore insieme ce la faremo.

Magdi Cristiano Allam
Fondatore e Presidente della Comunità “Casa della Civiltà”