Buongiorno amici. Vienna come Kabul. I terroristi islamici vestiti all’afghana armati di fucili hanno sparato all’impazzata ieri in sei punti diversi della città contro la gente per strada e all’interno di locali pubblici. Il bilancio ufficiale è di tre morti e quindici feriti. Uno dei terroristi islamici è stato ucciso. Alcuni terroristi sono stati arrestati ma diversi sono tutt’ora in fuga e ricercati dalle forze dell’ordine mobilitati come in uno stato di guerra.

Vienna si scopre vulnerabile al terrorismo islamico come Parigi e Nizza. L’Austria paga le conseguenze di una politica dalle maglie aperte con l’islam. Fu l’Impero Austro-Ungarico nel 1912 a riconoscere ufficialmente l’islam come religione. Ad oggi, invece, l’islam non è una religione riconosciuta dallo Stato italiano. L’islam viene insegnato nelle scuole pubbliche. I musulmani in Austria sono meno del 10% della popolazione ma a Vienna il numero degli studenti musulmani alle elementari, medie e licei supera quello dei cattolici e degli ortodossi serbi. La criticità concerne, come nel resto dell’Europa che registra un tracollo demografico, la fascia d’età al di sotto dei trent’anni, dove i musulmani sono la maggioranza. 

L'Europa è pesantemente infiltrata dalla presenza islamica, che di per sé è un sistema di potere dittatoriale, aggressivo, violento che s'impone in ogni dettaglio della nostra esistenza. Il terrorismo islamico è solo la punta dell'iceberg. La radice del male è l'islam. L’islamizzazione avviene perché c’è il vuoto abissale del declino della civiltà di un’Europa che si vergogna di se stessa, che disconosce le proprie radici, che rinnega la propria fede cristiana ma si prostra di fronte all’islam, che ha perso i valori che sostanziano l’inalienabilità della vita, la centralità della famiglia naturale, l’inviolabilità della libertà di scelta.

Cari amici, dopo le atroci decapitazioni di Parigi e Nizza, il terrorismo islamico che ha insanguinato Vienna ci fa toccare con mano che siamo in guerra, una guerra scatenata ovunque nel nome dell’islam. Dobbiamo combattere non contro i musulmani ma per sradicare l’islam. L’Europa deve rimettere fuori legge l’islam come ha fatto per 1400 anni, costretta a combattere per porre fine alle occupazioni, respingere le ininterrotte invasioni e aggressioni. O l’Europa si libererà dell’islam o verrà sottomessa all’islam.