Come è possibile che il Sud Europa vorrebbe uscire dall’euro, che il 58% della sua popolazione è contraria eppure la Lettonia è diventata il 18° Stato ad adottare la moneta unica?

Come è possibile che il Sud Europa vorrebbe uscire dall’euro, che il 58% della sua popolazione è contraria eppure la Lettonia è diventata il 18° Stato ad adottare la moneta unica?

Il nuovo anno ha portato già una importante novità: l’allegra famiglia delle nazioni che adottano l’euro è cresciuta, dal 1 gennaio 2014 anche la Lettonia adotterà la moneta unica!! Il copione è sempre lo stesso; fuochi d’artificio a salu...

Continua la lettura

RIDATECI LA NOSTRA MONETA NAZIONALE! - Al sesto anno della crisi, il Pil aumenta e la disoccupazione diminuisce negli Usa, Giappone e Gran Bretagna perché hanno la sovranità monetaria, invece in Italia per colpa dell’euro la situazione peggiora

RIDATECI LA NOSTRA MONETA NAZIONALE! - Al sesto anno della crisi, il Pil aumenta e la disoccupazione diminuisce negli Usa, Giappone e Gran Bretagna perché hanno la sovranità monetaria, invece in Italia per colpa dell’euro la situazione peggiora

Anno 6° della crisi economica. Sono passati sei lunghissimi anni da quando le banche USA si accorsero di aver spinto eccessivamente sulla leva dell’indebitamento finalizzato all’acquisto di immobili, permettendo a tutti, ma proprio a tutti, di real...

Continua la lettura

La globalizzazione ci sta annientando: aver messo in competizione 300 milioni di lavoratori il cui salario medio era di 20.000 dollari l’anno, con 2 miliardi di asiatici che guadagnavano 1000 dollari l’anno, ha segnato l’inizio della fine delle nostre eco

La globalizzazione ci sta annientando: aver messo in competizione 300 milioni di lavoratori il cui salario medio era di 20.000 dollari l’anno, con 2 miliardi di asiatici che guadagnavano 1000 dollari l’anno, ha segnato l’inizio della fine delle nostre eco

Abbiamo oramai chiaro davanti ai nostri occhi i pietosi risultati della moneta unica, del mercato globale, della finanziarizzazione dell’economia che hanno prodotto il crollo della produzione, l’esplosione della disoccupazione, la miseria cresce...

Continua la lettura