Io non mi riconosco in questa “Famiglia Cristiana” di Papa Francesco che santifica Napolitano e Boldrini e demonizza Salvini: è un tradimento e un suicidio del cristianesimo

Buongiorno amici. Io non mi riconosco in questa “Famiglia Cristiana” che santifica Giorgio Napolitano e Laura Boldrini e demonizza Matteo Salvini. Che “Famiglia Cristiana” è quella che eleva a modello da emulare gli atei, i comunisti, i nemici della Patria che svendono l’Italia per darla in pasto all’Eurocrazia e alla finanza globalizzata, che promuovono la sostituzione etnica degli italiani favorendo l’auto-invasione dell’immigrazionismo, che condannano a morte la nostra civiltà dalle radici cristiane legittimando l’aborto, l’eutanasia, l’utero in affitto e l’omosessualismo? Che “Famiglia Cristiana” è quella che paragona Salvini a Satana proprio quando ha annunciato di voler rendere obbligatorio l’affissione del crocifisso nelle aule pubbliche, così come difende la famiglia naturale, la Patria e la nostra civiltà cristiana? Che “Famiglia Cristiana” è quella che concepisce come unico parametro valutativo l’atteggiamento nei confronti della cosiddetta “accoglienza” incondizionata e illimitata dei cosiddetti “migranti”,  che è il giro d’affari più lucroso che si perpetra sulla pelle di migliaia di giovani e di cui la Chiesa è il principale beneficiario? Questa “Famiglia Cristiana” di Papa Francesco che promuove in Paradiso Napolitano e Boldrini e condanna all’Inferno Salvini è un tradimento e un suicidio del cristianesimo. E io non mi ci riconosco.