Poche idee ma chiare

Dopo gli avvilenti quanto prevedibili dati sulla disoccupazione nel nostro Paese, nel mezzo del frastuono di centinaia di corvi che seminano il nulla riempiendo trasmissioni, giornali, radio, è il momento di mettere un punto e tirare una bella linea per ricominciare daccapo.

Proviamo a riassumere un attimo il nostro pensiero a beneficio della sintesi e di tutti noi, mettendo in questo breve sunto le idee chiave per poter comprendere cosa potrebbe significare per il nostro Paese riappropriarsi della Sovranità Monetaria emettendo Nuove Lire senza doversi indebitare verso alcuno.

1-      Il sistema economico globale è fondato sul debito e sulla truffa, realizzata dalle banche centrali all’atto dell’emissione della moneta.(signoraggio)

2-      La moneta è il sangue del sistema economico; non se ne può fare a meno. Come per un organismo vivente, senza sangue non c’è vita, senza moneta non c’è economia.

3-      Come si crea la moneta nel sistema? Attraverso tre vie: emissione della Banca Centrale, prestiti delle banche , surplus commerciale.

4-      A che punto siamo in Italia? Siamo spacciati perché la BCE non stampa quanto dovrebbe, semmai presta altro denaro ad interesse, le banche commerciali hanno congelato il credito ai privati, la nostra bilancia commerciale è cronicamente in deficit. In aggiunta, il governo dei Tecnici sta lentamente ma progressivamente riducendo la quantità di moneta in circolazione attraverso riduzioni di spesa pubblica ed aumento delle imposte; in pratica stanno facendo l’esatto contrario di ciò che si dovrebbe fare.

5-      Cosa accadrà al nostro Paese? Al momento le alternative sono due: dichiarare default per un 30-35% del debito totale oppure, una lunga e dolorosa depressione, stile 1929 che alla fine porterà una riduzione della ricchezza complessiva comunque non inferiore al 30%.

6-      Possiamo uscirne in altro modo? Certo che possiamo farlo e basterebbero pochi mesi per porre sotto controllo l’intero sistema del debito pubblico italiano.

7-      Cosa dovrebbe fare uno stato sovrano quale ancora risulta essere l’Italia? In ordine, le mosse che il Governo Italiano dovrebbe fare sono:
a-      emettere  nuova moneta (Lira o Euro) attraverso la Banca d’Italia; il cambio della nuova Lira con l’Euro sarà 1 a 1;
b-      ricomprare il debito pubblico sul mercato finanziario sul quale oggi si paga il 5,5% d’interesse sottraendolo così alla speculazione ;
c-      lo Stato garantirà il valore di rimborso del debito emesso a scadenza (quindi al valore di 100) e ne impedirà gli attacchi speculativi accentandolo come forma di pagamento delle imposte (quindi, se  un cittadino italiano potrà pagare le tasse con i BTP, il corso di questi non scenderà più come avviene oggi sull’onda della speculazione, ma resterà sempre vicino al valore di rimborso,dal momento che se facessero scendere il corso ad esempio a 60, sarebbe un bell’affare per chi compra, ovvero cittadini italiani residenti, aziende e banche, acquistare a sconto del 40% e poi poterci pagare le tasse al valore nominale di 100);
d-     emissione di Nuova moneta e fine dell’emissione dei titoli del debito come BOT, BTP, CCT, CTZ sui quali lo Stato paga un interesse. Attraverso la graduale sostituzione della moneta debito con quella di proprietà, si riuscirà ad eliminare definitivamente il signoraggio e con esso la truffa dell’interesse su di un debito non dovuto.

Eventuali svalutazioni ( anche dell’ordine del 30%) potranno rendersi necessarie per favorire la competitività del sistema Italia nei confronti degli altri paesi favorendo le esportazioni ed il riequilibrio della bilancia commerciale. Il controllo sul debito esercitato dallo Stato poi, permetterà al sistema bancario di tornare ad erogare finanziamenti al settore privato (famiglie ed imprese), riavviando i consumi e la domanda interna e  stimolando ulteriormente la crescita.  Quanto all’inflazione poi, l’unica cosa da comprendere è che si tratta di   un falso problema.( ad oggi i paesi che han stampato più moneta come USA, Giappone, UK, non mostrano alcuna tendenza inflazionistica , anzi, semmai hanno il problema contrario). Dunque, quando ci raccontano la storiella che se stampi moneta aumenta l’inflazione, aumentano i tassi d’interesse passivi sul debito perché aumenta il rischio- paese, che nessuno vorrà più sottoscrivere i titoli del debito,…bla bla bla sappiate che ci stanno e vi stanno  prendendo in giro e che mentono approfittando della nostra totale assenza di spirito critico.  Non ci credete: ecco il grafico dell’inflazione USA che evidenzia come sia rimasto inalterato il tasso d’inflazione (era circa il 2% nel 2000 ed è più o meno lo stesso 2% oggi, dopo che hanno stampato moneta e ricomprato debito per circa 4.000 miliardi di dollari, 2 volte il nostro debito pubblico!!)

Tornare a stampare la nostra moneta, senza indebitarci con alcuno, aumentare la spesa pubblica, utilizzare la leva fiscale semplicemente come forma di drenaggio monetario e non come vogliono farci credere oggi, quale necessità dello Stato per far fronte alla spesa pubblica.

Sono  dei concetti che dovremmo porre a base della grande costruzione di rinascita sociale cui siamo chiamati a dar corpo ed anima, per il bene comune e per le generazioni future. E’ importante comprendere che questa è l’unica via che potrà salvarci dal declino e dall’oblio cui oggi sembriamo ineluttabilmente condannati.

Un ultima notazione: questo sistema di emissione di moneta e d’incremento della spesa pubblica da parte di uno stato sovrano è già stato realizzato con successo nella storia; bisognerebbe essere semplicemente in  grado di copiare. Punto.