L'Unione Europea denuncia che un terzo degli europei tra i 15 e i 64 anni si droga e che vanno contrastate non solo le “droghe pesanti” ma anche le “droghe leggere”

L'Unione Europea denuncia che un terzo degli europei tra i 15 e i 64 anni si droga e che vanno contrastate non solo le “droghe pesanti” ma anche le “droghe leggere”

Cari amici buongiorno. Mentre attualmente una delle maggiori preoccupazioni del Parlamento italiano è di allargare ulteriormente le maglie della liberalizzazione e del consumo delle droghe, l'Unione Europea, dopo decenni di liberalizzazione delle droghe, ...

Continua la lettura

Non c’è nulla da festeggiare. La Repubblica è collassata. Dobbiamo costruire lo «Stato d’Italia» che corrisponda all’interesse supremo dell’Italia e al bene primario degli italiani

Non c’è nulla da festeggiare. La Repubblica è collassata. Dobbiamo costruire lo «Stato d’Italia» che corrisponda all’interesse supremo dell’Italia e al bene primario degli italiani

Cari amici buongiorno. Nella nostra amata e disastrata Italia non c’è proprio nulla da festeggiare. Le principali festività religiose, il Santo Natale e la Santa Pasqua, sono state snaturate in eventi consumistici simboleggiati dal panettone e dalla co...

Continua la lettura

Draghi proclama il boicottaggio e l’Eni con il benestare di Draghi paga in rubli il gas russo. Tocchiamo con mano il collasso dello Stato da ricostruire dalle fondamenta

Draghi proclama il boicottaggio e l’Eni con il benestare di Draghi paga in rubli il gas russo. Tocchiamo con mano il collasso dello Stato da ricostruire dalle fondamenta

Cari amici buongiorno. Dovremmo ringraziare l’Eni, l’Ente Nazionale Idrocarburi, per la sua saggia e scaltra decisione di adempiere all’ingiunzione del Governo della Russia di pagare in rubli il gas russo che importiamo e da cui dipendiamo per il 40,4% de...

Continua la lettura

Nonostante la propaganda anti-russa l’Eni ha imposto concretamente al Governo e al Parlamento di continuare a fornirsi del gas russo e a pagarlo in rubli così come richiesto dalla Russia.

Nonostante la propaganda anti-russa l’Eni ha imposto concretamente al Governo e al Parlamento di continuare a fornirsi del gas russo e a pagarlo in rubli così come richiesto dalla Russia.

Cari amici buongiorno. Il cane a sei zampe, una chimera mitologica che il fondatore dell’Eni Enrico Mattei scelse nel 1952 per rappresentare la forza, l’energia e l’ottimismo dell’Ente Nazionale Idrocarburi preposto a trainare il miracolo economico dell’I...

Continua la lettura